Cantico dei Cantici

Top 10 Articoli

View RSS Feed

Data 2018-08-24 | Visti  101 |

Data 2018-08-17 | Visti  68 |

Data 2018-08-17 | Visti  46 |

Data 2018-08-17 | Visti  44 |

Data 2018-08-17 | Visti  56 |

Data 2018-07-02 | Visti  2,661 |

Data 2018-05-31 | Visti  462 |

Data 2018-05-31 | Visti  399 |

Data 2018-05-01 | Visti  408 |

Data 2018-04-08 | Visti  4,107 |

Evangelii Gaudium - Sintesi
Data 17-08-2018 | Visti  45

 L'EVANGELII GAUDIUM NEI PASSI FONDAMENTALI

Una breve sintesi dell'Esortazione apostolica "Evangelii Gaudium".

Famiglia Cristiana, 04/12/2013.

 

La gioia del Vangelo

"La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall'isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia. In questa Esortazione desidero indirizzarmi ai fedeli cristiani, per invitarli a una nuova tappa evangelizzatrice marcata da questa gioia e indicare vie per il cammino della Chiesa nei prossimi anni".

 

Un improrogabile rinnovamento ecclesiale

"Sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa, perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l'evangelizzazione del mondo attuale, più che per l'autopreservazione. La riforma delle strutture, che esige la conversione pastorale, si può intendere solo in questo senso: fare in modo che esse diventino tutte più missionarie, che la pastorale ordinaria in tutte le ue istanze sia più espansiva e aperta, che ponga gli agenti pastorali in costante atteggiamento di "uscita" e favorisca così la risposta positiva di tutti coloro ai quali Gesù offre la sua amicizia...". 

 

No a un'economia dell'esclusione

"Così come il comandamento "non uccidere" pone un limite chiaro per assicurare il valore della vita umana, oggi dobbiamo dire "no a un'economia dell'esclusione e della inequità". Questa economia uccide. Non è possibile che non faccia notizia il fatto che muoia assiderato un anziano ridotto a vivere per strada, mentre lo sia il ribasso di due punti in borsa. Questo è esclusione. Non si può più tollerare il fatto che si getti il cibo, quando c'è gente che soffre la fame. Questo è inequità... In questo contesto, alcuni ancora difendono le teorie della "ricaduta favorevole", che presuppongono che ogni crescita economica, favorita dal libero mercato, riesce a produrre di per sé una maggiore equità e inclusione sociale nel mondo. Questa opinione, che non è mai stata confermata dai fatti, esprime una fiducia grossolana e ingenua nella bontà di coloro che detengono il potere economico e nei meccanismi sacralizzati del sistema economico imperante. Nel frattempo, gli esclusi continuano ad aspettare. Per poter sostenere uno stile di vita che esclude gli altri, o per potersi entusiasmare con questo ideale egoistico, si è sviluppata una globalizzazione dell'indifferenza...".

 

Tutto il popolo di Dio annuncia il Vangelo

"L'evangelizzazione è compito della Chiesa. Ma questo soggetto dell'evangelizzazione è ben di una istituzione organica e gerarchica, poiché anzitutto è un popolo in cammino verso Dio. Si tratta certamente di un mistero che affonda le sue radici nella Trinità, ma che ha la sua concretezza storica in un popolo pellegrino ed evangelizzatore, che trascende sempre ogni pur necessaria espressione istituzionale...".

 

La dimensione sociale dell'evangelizzazione

"Il kerygma possiede un contenuto ineludibilmente sociale: nel cuore stesso del Vangelo vi sono la vita comunitaria e l'impegno con gli altri. Il contenuto del primo annuncio ha un'immediata ripercussione morale il cui centro è la carità".

 

Motivazioni per un rinnovato impulso missionario

"... Dal punto di vista dell'evangelizzazione, non servono né le proposte mistiche senza un forte impegno sociale e missionario, né i discorsi e le prassi sociali e pastorali senza una spiritualità che trasformi il cuore. Tali proposte parziali e disgreganti raggiungono solo piccoli gruppi e non hanno una forza di ampia penetrazione, perché mutilano il Vangelo. Occorre sempre coltivare uno spazio interiore che conferisca senso cristiano all'impegno e all'attività. Senza momenti prolungati di adorazione, di incontro orante con la Parola, di dialogo sincero con il Signore, facilmente i compiti si svuotano di significato, ci indeboliamo per la stanchezza e le difficoltà, e il fervore si spegne...".

 

Aggiornamenti Recenti

marco06 Logged in 1 ora fà
Priscilla76 Logged in 2 ora fà
amantedeimici Logged in 3 ora fà
Piero55 Logged in 3 ora fà
lusky Logged in 3 ora fà

Nuovi Utenti

MauroJWH - 1 giorni fa 50 Anni / Italia
Rosy74 - 1 giorni fa 44 Anni / Italia
Gandolfo - 3 giorni fà 27 Anni / Italia
Montag - 3 giorni fà 57 Anni / Italia
Girasole1083 - 5 giorni fà 34 Anni / Italia
bosnianarabicchinesecroatiandanishdutchenglishfrenchgermangreekitalianjapanesepolishportuguesromanianrussianslovenskospanishswedishthaiturkeyczechkoreannorwegianslovaktaiwanesevietnamese